Accedi

Work-life balance: vivere per lavorare o lavorare per vivere? Come trovare il giusto equilibrio

Conciliare lavoro e vita privata può essere una vera sfida, specie quando si hanno tante cose a cui pensare.

Il problema però è che spesso le persone si lasciano ‘travolgere’ dal proprio lavoro, tralasciando aspetti altrettanto importanti che garantiscono serenità e benessere.

Ma come stabilire dei limiti e ritrovare quel tanto amato equilibrio?

In questo articolo cercheremo di rispondere alla domanda, partendo da alcuni consigli efficaci per recuperare il proprio work-life balance.

Come raggiungere il proprio work-life balance? Dodici consigli per partire con il piede giusto

work-life balance | CVing

Che cos’è l’equilibrio vita-lavoro?

Quando si approfondisce il rapporto tra vita e lavoro e si cerca di capire cosa significhi uno stile di vita equilibrato la maggior parte delle persone finisce per dare una delle seguenti interpretazioni:

  • avere un impatto maggiore sul lavoro e nel mondo (ma senza sacrificare la propria salute o felicità personale);
  • avere un impatto positivo sulla vita dei propri figli;
  • essere presenti qui e ora;
  • dare priorità a ciò che è importante per sé stessi senza sensi di colpa, vergogna o scuse;
  • stabilire dei limiti e rispettarli;
  • abbandonare quella smania di voler avere tutto sotto controllo.

Questo significa che il work-life balance consiste nel sentirsi soddisfatti di chi si è e delle decisioni che si prendono.

Leggi anche: Come leggere una busta paga senza perdere la testa

Cosa sapere per creare uno stile di vita più equilibrato

Se desideri creare una vita più equilibrata, dovresti innanzitutto capire perché l’equilibrio vita-lavoro è importante.

Perché è difficile creare qualcosa che non si capisce. E attenzione: creare uno stile di vita più equilibrato non è facile, ma richiede che tu:

  1. dia priorità a quello che è veramente importante (e abbandonare il resto);
  2. prenda il controllo del tuo percorso professionale;
  3. semplifichi la tua vita.

E fare queste cose significa adottare scelte difficili, che richiedono coraggio, forza mentale e resilienza. Ma affinché la tua mente sia disposta a fare queste scelte, deve capire il perché, in modo da poterle accettare pienamente (sia al livello conscio che subconscio).

È questo che ti ispirerà ad agire con coraggio.

Come raggiungere l’equilibrio tra lavoro e vita privata

La verità è che non esiste una ricetta che vada bene per tutti.

Cercare di trovare l’equilibrio in un singolo giorno può risultare frustrante, mentre può essere più facile raggiungere l’equilibrio nell’arco di una settimana o più. Il modo migliore per determinare l’equilibrio più adatto a te è imparare a controllare la tua bussola interiore e i tuoi risultati.

Con volontà e un po’ di creatività, potrai ricalibrare le tue aspettative e ripristinare il tuo equilibrio tra lavoro e casa.

💡Un consiglio: inizia con poco.

Anche se non vedi l’ora di raggiungere questo tanto agognato equilibrio, tieni presente che le tue abitudini lavorative sono state costruite nel tempo e probabilmente non cambieranno da un giorno all’altro.

Se il tuo obiettivo, ad esempio, è ridurre il tempo trascorso davanti allo schermo, cercare di limitarti a un certo numero di ore probabilmente ti frustrerà. È più probabile che si riesca a mantenere una nuova abitudine se si inizia con un obiettivo più piccolo, ad esempio una pausa di cinque minuti al giorno senza tecnologia.

Ecco dunque dodici consigli pratici per migliorare l’equilibrio tra lavoro e vita privata.

1. Pianifica in anticipo per combinare le attività lavorative con quelle di svago, sociali o di fitness

Se ti trovi a dover affrontare diverse riunioni virtuali una dietro l’altra, prova a farle mentre fai una passeggiata. Potresti anche telefonare mentre sei all’aria aperta (se il rumore ambientale lo consente!) o invitare un amico a lavorare con te per rendere più familiare il tuo ufficio.

2. Abbraccia il modo in cui funziona il tuo cervello

Utilizza strumenti di produttività come il timer Pomodoro per lavorare a brevi intervalli concentrati e blocca tutte le altre distrazioni per sfruttare al meglio il tuo tempo.

3. Stabilisci dei blocchi di tempo per i diversi compiti

Prevedi un momento in cui controllare (e rispondere) ai messaggi, un momento in cui partecipi alle riunioni e un momento in cui svolgi un lavoro ad alta intensità mentale.

È utile svolgere questi compiti negli orari in cui sai che il tuo livello di produttività è maggiore (per molti questo momento è la mattina).

4. Termina il lavoro a una certa ora

Si dice che il lavoro si espanda per riempire il tempo assegnato, e quando si lavora da casa è ancora più facile che il lavoro sottragga il tempo alla sfera personale.

Ecco, tu devi impedirlo.

Stabilisci un orario in cui termini il lavoro della giornata e rispettalo: spegni i dispositivi legati al lavoro, chiudi a chiave l’ufficio o programma qualcosa da fare subito dopo.

5. Usa la tecnologia per aiutarti a staccare la spina

Utilizza un’applicazione per bloccare i siti web che ti distraggono durante il giorno, e allo stesso modo, blocca gli strumenti produttivi dopo l’orario di lavoro.

6. Sfrutta al meglio la tua pausa pranzo

Anche se lavori da casa, potresti uscire per la tua pausa pranzo e incontrarti con i colleghi. Il cambio di ritmo sarà rinfrescante e, naturalmente, ti ricorderà di mangiare qualcosa.

7. Prenditi del tempo libero

Quando si è sempre a casa, si tende a cercare di minimizzare le malattie che invece ti avrebbero sicuramente tenuto lontano dall’ufficio.

Le ferie, comprese quelle per malattia, quelle personali, le vacanze e i lutti, sono modi importanti per nutrire il tuo benessere e la tua stabilità mentale.

come raggiungere il proprio work-life balance | CVing

8. La consapevolezza rende difficile ignorare gli squilibri

Quando si praticano tecniche di mindfulness, come la meditazione o la consapevolezza del respiro, si entra in sintonia con le emozioni e le sensazioni fisiche.

Prestare attenzione a queste sensazioni aiuta ad accorgersi quando si reprime un bisogno per lavorare. È difficile tornare a quel foglio di calcolo dopo aver notato il brontolio dello stomaco.

9. Trova qualcosa che ti piace al di fuori del lavoro

Se hai qualcosa che ti entusiasma dopo il lavoro, sarà più facile disconnetterti dal laptop e concludere la giornata a un orario prestabilito.

I nostri hobby aumentano la nostra energia e vitalità.

Quando giochiamo e ci sentiamo creativi, riportiamo al lavoro la nostra freschezza.

10. Riconsidera il lavoro che ti fa desiderare l’equilibrio

Se il tuo lavoro sembra completamente estraneo alle attività che suscitano il tuo interesse, il tuo entusiasmo, la tua energia e il tuo senso di appartenenza, forse dovresti valutare come cambiare il lavoro che fai o il modo in cui lo fai.

Sebbene il lavoro non debba (e non possa) rispondere tutte le tue esigenze di scopo, significato, connessione sociale e sfida, possiamo aspettarci, però, che fornisca momenti di soddisfazione, realizzazione e connessione.

11. Comunica con il tuo manager

Lo scarso equilibrio tra lavoro e vita privata è spesso aggravato dalla paura di non fare abbastanza.

Parlare con i tuoi dirigenti può aiutarti a stabilire le priorità su dove impiegare il tuo tempo. Se le cose da fare sono davvero troppe, potrebbe essere il momento di parlare dell’assunzione di un aiuto supplementare o della razionalizzazione di alcuni compiti.

12. Lavora con un coach o un terapeuta

Se ti senti sopraffare, se percepisci un blocco o non sai da dove cominciare per disconnetterti, la collaborazione con un professionista può essere preziosa.

Un coach o un consulente può aiutarti a individuare i cambiamenti che avranno il maggiore impatto e a capire come iniziare.

Leggi anche: L’importanza del content marketing come strategia di personal branding

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto alcuni consigli per raggiungere un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata. Seguendo questi suggerimenti, noterai una differenza e, chissà, magari riuscirai finalmente a raggiungere il tuo obiettivo.

A presto e in bocca al lupo per tutto!

Share:

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp