Accedi

Il pensiero positivo per affrontare le sfide del mondo del lavoro (e non solo)

Tanti scrittori e psicologi hanno scritto libri e saggi sul pensiero positivo, per cui le informazioni di certo non mancano.

Ma parliamoci chiaro: siamo stanchi dei soliti consigli di auto-aiuto fini a sé stessi del tipo “sorridi alla vita che la vita ti sorride”.

Ecco la verità: non funziona proprio così. E di conseguenza, adottare la tecnica del pensiero positivo non significa sorridere tutto il giorno nella speranza di sentirci meglio.

No. Niente di tutto ciò.

E quindi, che cos’è il pensiero positivo esattamente?

Vediamolo subito.

Come avere un mindset più positivo dentro e fuori dall’ufficio

pensiero positivo | CVing

Perché un atteggiamento positivo è importante sul posto di lavoro

Le persone di maggior successo negli affari e nella vita sono quelle che mantengono un atteggiamento positivo.

E no, non ti parlo di persone sempre con il sorriso stampato sulle labbra, ma di chi vede le sfide come opportunità per imparare, migliorare e crescere.

Quindi significa che solo gli imprenditori devono avere questa mentalità?

Ovviamente no.

Chiunque può adottare questo mindset.

Per rimanere in tema, un dipendente capace di costruire relazioni con i colleghi e i clienti contribuisce positivamente alle prestazioni complessive del team e al coinvolgimento dei dipendenti.

In che modo?

Le loro conoscenze, la loro esperienza e il loro pensiero positivo li aiutano a eccellere nelle loro posizioni, senza contare che sono disposti ad accettare nuovi compiti e ad affrontare sfide in cui potrebbero commettere errori.

Per farla semplice, un atteggiamento positivo può essere favorito dalla creazione di un ambiente di lavoro positivo e di supporto che incoraggia la collaborazione tra i dipendenti.

Adesso probabilmente penserai come fare, giusto?

È possibile coltivare un ambiente positivo anche creando un’atmosfera di lavoro piacevole per tutti, sia per i dipendenti che per i clienti, ma anche nella vita privata.

Vediamo insieme in che modo.

Leggi anche: Crescita personale: 5 libri imperdibili per trasformare la tua vita

Come fare del pensiero positivo una buona abitudine

Cambiare atteggiamento e pensare in modo positivo è un’abitudine professionale preziosa.

Ma poiché ogni persona è diversa, le tecniche che aiutano alcuni a pensare in modo positivo non saranno efficaci per altri. Tuttavia, è stato dimostrato che alcune di queste tecniche aiutano molte persone a migliorare la propria mentalità e a pensare in modo più positivo.

Valutare le proprie abitudini di pensiero

Prenditi del tempo per analizzare come e perché elabori le informazioni. Ad esempio, se sei in riunione con qualcuno che ha un atteggiamento un po’ negativo, qual è il tuo primo pensiero?

Poi, fai piccoli passi per riqualificare le tue abitudini di pensiero in modo da renderle più positive. Nell’esempio precedente potresti pensare che il tuo contributo alla riunione non sia gradito o apprezzato.

Con il tempo, potresti cambiare il tuo pensiero e considerare che forse quella persona sta avendo una brutta giornata o che c’è qualche fattore che la turba ma che esula dal lavoro.

In altre parole?

L’errore che facciamo spesso è credere di essere sempre la causa dei problemi degli altri, e ci chiediamo dove abbiamo sbagliato. Invece, la maggior parte delle volte noi non abbiamo nulla a che fare con le reazioni di quelli intorno a noi.

Se anche a te capita di chiederti cosa ci sia che non vada in te, è arrivato il momento di deresponsabilizzarti dalle situazioni in cui tu non sei effettivamente protagonista.

Praticare la cura di sé

Dormire circa otto ore a notte ti aiuterà a lavorare meglio. Seguire una dieta nutriente ed equilibrata ti farà avere le energie necessarie per affrontare la giornata al top.

Questi consigli possono sembrare scontati perché li abbiamo sentiti ripetere un’infinità di volte, ma sono veramente preziosi per la nostra salute fisica e mentale.

Se non ci credi, basta provare: dopo tutto, che hai da perdere?

Dedicarsi ad attività che migliorano l’umore

Dedica del tempo ad attività positive che scaricano lo stress e migliorano l’umore, come la meditazione, lo yoga, la palestra, il tempo trascorso con gli amici, un altro hobby o un’attività che ti piace (anche fare un rewatch della tua sitcom preferita).

Qualsiasi cosa ti faccia sentire bene dovrebbe migliorare le tue prospettive e aiutarti a staccare la spina quando sei al limite.

Circondarsi di persone positive

La positività degli altri può migliorare il tuo umore. Cerca dunque di coltivare relazioni con colleghi positivi.

Probabilmente avrai sentito dire o letto da qualche parte che siamo il risultato delle cinque persone più vicine a noi. Immagina di avere a che fare solo con persone che si lamentano tutto il tempo per qualsiasi cosa, che pensieri arriveresti a generare?

Esatto, non buoni.

Immagina, invece, di passare del tempo con persone che affrontano le difficoltà con un atteggiamento più proattivo. Attenzione, non ti parlo di quelli che pensano che “c’è sempre chi sta peggio di me”, ma di coloro che non schivano i problemi, che si prendono le loro responsabilità e cercano di trarre insegnamento dai loro errori.

Ricorda, vivere felici non significa non avere problemi. Anche perché – indovina un po’? – tutti abbiamo problemi. Credere che noi saremo più fortunati degli altri è una bugia bella e buona, tanto vale riconoscerlo subito.

No, per vivere felici è necessario prendere i problemi di petto e reagire di conseguenza, approfittando di questi momenti per evolversi e crescere.

Praticare la gratitudine

Può sembrare sciocco, ma annotare le cose per cui si è grati, come i risultati ottenuti e altri elementi positivi della propria vita, può migliorare lo stato d’animo di una persona.

Se non sei il tipo da carta e penna potresti prendere appunti mentali o elencare le cose positive che accadono sul tuo computer.

Ripercorrendo le tue parole, avrai il tempo di riflettere su quello che hai fatto durante la giornata e sperimenterai un senso di gratitudine e di appagamento.

Provare per credere.

Inizia adesso: scrivi o elenca a voce tre motivi per i quali oggi provi gratitudine.

pensiero positivo | CVing

Consigli per mantenere un atteggiamento mentale positivo (in ufficio e fuori dall’ufficio)

Ok, è vero, mantenere un atteggiamento positivo può essere impegnativo.

Periodicamente si verificano battute d’arresto e delusioni, che possono alterare il processo e causare pensieri negativi.

Ma, chissà, queste strategie possono aiutarti a mantenere una mentalità positiva anche di fronte alle sfide più toste.

👉🏻 Sfidare i pensieri negativi: metti in dubbio la correttezza delle tue percezioni e cerca di riformulare i tuoi pensieri.

Ad esempio, una scadenza ravvicinata può essere un’opportunità per migliorare la tua produttività e metterti alla prova, piuttosto che una sfida insormontabile. Quando noti i difetti del tuo pensiero negativo, è molto più facile mantenere una mentalità positiva.

👉🏻 Cercare l’aspetto positivo: cerca le cose positive che ti circondano e concentrati su di esse quando senti che la tua visione positiva sta diminuendo.

L’amore della famiglia e degli amici, il sostegno dei colleghi e persino la bellezza della natura possono farti sentire meglio. Cerca di portare questi pensieri positivi anche sul posto di lavoro.

👉🏻 Non si può cambiare quello che non si può controllare: ti do una notizia: non abbiamo il controllo su tutto, anche se è la nostra vita.

Perciò concentrati su quello che puoi davvero cambiare: cerca di risolvere i problemi scovando dei modi per migliorare la tua situazione attuale. Se non ci riesci, prova a trarre insegnamento, soffermati sulle emozioni che stai provando e prendi consapevolezza.

Ogni sfida è un’occasione di crescita che ti permetterà di evolvere.

👉🏻 Guardare il quadro generale: se ti senti soccombere alla negatività, chiediti se le tue sfide avranno importanza in futuro. Questa domanda può far sembrare i problemi più piccoli e dare la pace necessaria per mantenere una mentalità positiva.

Insomma, domandati se quello che stai facendo vale davvero la pena dei tuoi sforzi. Guarda la situazione da una prospettiva più distaccata che ti permetta di vedere il quadro completo.

Questo ti aiuterà a riflettere a mente fredda, per quanto possibile, e a ridimensionare le tue emozioni.

👉🏻 Accettare gli errori: commettere errori fa semplicemente parte dell’essere umano, quindi cerca di non soffermarti sui tuoi.

Lo abbiamo ribadito più volte, ogni errore è un’opportunità di apprendimento e crescita.

Leggi anche: Come trovare la propria strada lavorativa: 5 consigli per individuare la tua vocazione professionale

Conclusioni

In questo articolo ho cercato di parlare del pensiero positivo e di come mantenere un atteggiamento più ottimista sul posto di lavoro e fuori dall’ufficio.

Ovviamente queste erano solo alcune linee guida; in realtà ci scrivono libri interi e pretendere di parlarne in un articolo è pura follia. Ma il punto è questo: iniziando a praticare questi pochi consigli potrai cambiare il tuo mindset e guardare la vita sotto una nuova lente.

Basta solo provarci. Inizia ora.

Share:

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp