Accedi

Come diventare fotografo di moda: 5 consigli se vuoi lavorare come un vero professionista

Se hai deciso di diventare un fotografo di moda professionista, adesso potresti chiederti cosa debba fare per gettare solide basi e costruire una carriera come si deve, giusto?

Sicuramente è più facile a dirsi che a farsi.

Ma parliamoci chiaro: ignorare quale sia la procedura giusta per raggiungere l’obiettivo rischierebbe solo di farti perdere tempo: ecco perché è importante avere chiara la direzione da prendere.

Solo così si può partire con il piede giusto.

Se ti stai domandando come fare, in questo articolo abbiamo deciso di approfondire cinque aspetti che ogni aspirante fotografo di moda dovrebbe prendere in considerazione.

Cinque cose da sapere per costruire la propria carriera come fotografo di moda professionista

Fase uno: studiare fotografia

Per diventare fotografo di moda puoi decidere di iscriverti all’università e seguire dei corsi di fotografia: questo ti permetterà di studiare la storia della fotografia, l’illuminazione, la fotografia digitale e le belle arti.

I fotografi di moda possono anche frequentare una scuola di specializzazione o iscriversi a programmi incentrati sulla fotografia di moda.

Durante l’università, assicurati di concentrare parte dei tuoi studi sullo sviluppo delle capacità di editing. I fotografi di moda devono essere in grado di modificare il proprio lavoro per soddisfare le esigenze dei clienti, oltre a saper utilizzare programmi come Adobe Photoshop per ritagliare le foto, correggere i difetti e modificare le immagini scattate.

Il primo consiglio è dunque di essere uno studente curioso affamato di sapere e cercare di apprendere quante più sfaccettature di questa professione.

come diventare fotografo professionista

Fase due: creare un portfolio

I fotografi di moda, così come stilisti e modelli, presentano il loro lavori migliori all’interno di un portfolio, una raccolta dei migliori lavori del fotografo.

Alcuni hanno dei portfolio fisici, ma è necessario averne anche di digitali, così da poterli visualizzare facilmente online.

All’inizio della loro carriera, i fotografi includono foto scattate durante l’università, poi il portfolio si evolve e migliora man mano che il suo proprietario acquisisce esperienza.

Nel nostro caso specifico, i fotografi di moda devono assicurarsi che sia aggiornato e al passo con la moda, oltre ad assicurarsi che le loro capacità siano ben rappresentate all’interno del lavoro.

Fase tre: prenotare i servizi fotografici

Con un portfolio che attrae i clienti, è il momento di iniziare a pianificare i servizi fotografici, e questo può includere l’organizzazione del viaggio, la prenotazione di uno spazio o la collaborazione con gli editori per assicurarsi che le esigenze del cliente siano soddisfatte.

Questi professionisti devono essere flessibili e in grado di lavorare in una varietà di climi. Anche se può suggerire determinati stili, il fotografo di moda deve sempre seguire le indicazioni del cliente per garantire che le foto soddisfino le sue esigenze.

Leggi anche: Come diventare una modella o un modello: questi i requisiti e le principali opportunità del settore

Fase quattro: imparare a gestire più progetti e delegare

L’avanzamento di carriera dipende molto dal modo in cui i fotografi di moda gestiscono i loro compiti. La maggior parte sono lavoratori autonomi, quindi devono occuparsi anche di questioni commerciali e di marketing, come:

  • la programmazione dei servizi;
  • la gestione delle finanze;
  • il mantenimento dei contatti con i clienti;
  • rispondere a e-mail e telefonate;
  • incontrare regolarmente i contatti del settore.

Come se tutto questo non fosse sufficiente, i fotografi studiano e applicano le leggi sul copyright per garantire che il loro lavoro sia protetto.

Insomma, devono occuparsi di tanti aspetti che richiedono una gestione del tempo ottimale e impeccabile.

Ecco perché molti professionisti decidono di assumere degli assistenti che li aiutino a gestire il lavoro al meglio.

macchina fotografica professionale

Fase cinque: fare networking

Quando si parla di industria della moda, il networking è fondamentale.

Questo richiede la partecipazione a feste e incontri sociali: in queste occasioni ricorda sempre di portare con te il tuo portfolio, sia in formato cartaceo che digitale. Inoltre, tieni sempre a portata di mano dei biglietti da visita e assicurati di includere le tue informazioni di contatto come indirizzo e-mail, numero di telefono e nome sui vari profili social.

A tal proposito, piattaforme come Instagram e TikTok ti permetteranno di raggiungere tante persone e, auspicabilmente, di instaurare delle relazioni professionali, solide e durature.

E se dovessi essere quel tipo di fotografo introverso che preferisce rimanere in studio, non ti scoraggiare: programma più sessioni individuali, incontra le persone che desideri conoscere a tu per tu e sfrutta questa possibilità per ampliare la tua cerchia.

Leggi anche: Qual è la differenza tra stilista e fashion designer? Facciamo chiarezza

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come gettare delle basi per diventare un fotografo di moda professionista. Se dunque sei alla ricerca di nuove opportunità e desideri entrare in contatto con aziende del settore, ti proponiamo un evento dedicato per tutti gli aspiranti lavoratori nel mondo della moda.

Il Fashion Talent Days presenta la sua seconda edizione e offre uno stimolante punto di contatto tra giovani e aziende.

Per maggiori informazioni, compila il form e partecipa a questo evento imperdibile.

Ti aspettiamo, a presto!

Share:

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp