Accedi

Metodo di lavoro: 5 tools per liberare la tua produttività

Lavori sodo ma devi fare straordinario per portare a termine i compiti? Ti ritrovi a fare tutto all’ultimo per rispettare le scadenze? Vorresti imparare a organizzarti meglio e a gestire il tuo tempo?

Nessun problema, devi lavorare sulla tua produttività.

Se non hai una dote innata per organizzare tutto al minimo dettaglio, sappi che c’è la possibilità di affinare e migliorare questa abilità.

Lo sanno bene i nostri clienti, che hanno capito cosa mancava loro per avere successo a lavoro. Paradossalmente, lavorano meno e producono di più, perché sanno come sfruttare al meglio il proprio tempo.

Vuoi sapere come hanno fatto? Allora questo articolo fa per te.

Impara ad avere metodo a lavoro con cinque (infallibili) trucchetti

Multitasking uguale produttività? Anche no

Spesso si crede che fare più cose contemporaneamente significhi essere più produttivi ed economizzare il tempo.

Ecco, non c’è cosa più sbagliata di questa.

Poi, fermati un momento a pensare: il multitasking è umanamente impossibile. Puoi iniziare più attività insieme, ma anche se dedichi poco tempo a ciascuna, non è pensabile che tu riesca a farle nello stesso momento.

Facciamo un esempio pratico: se stai cucinando e stai rispondendo ai messaggi sul telefono, ci sarà un momento in cui smetterai di armeggiare con i fornelli per digitare la risposta nella chat e viceversa. Sì, stai facendo le due cose assieme, ma mai simultaneamente.

Scrivere la bozza di un progetto e rispondere a una chiamata possono avvenire nello stesso momento, ma inevitabilmente dovrei interrompere per un momento la prima attività per fare la seconda.

Appurato questo, se vuoi aumentare la tua produttività, accantona l’idea del multitasking.

Piuttosto, pianifica in anticipo le tue giornate lavorative: stabilisci degli obiettivi ben definiti e cerca di portarli a compimento; il segreto è non lasciare che si accumulino nel corso della settimana.

Una to-do-list (o un’agenda) può essere un’ottima soluzione per organizzarti al meglio.

come essere più produttivi a lavoro

Fai delle pause

Spesso le persone credono che non fermarsi e lavorare ininterrottamente per otto ore le renda più produttive.

Il risultato? Più stanchezza, stress e affaticamento.

Che tu stia lavorando o studiando, impara a fermarti sistematicamente.

Per esempio, conoscevi la Tecnica del Pomodoro?

Sviluppata da Francesco Cirillo negli anni ’80 per cercare di aumentare la sua produttività decise di usare un timer a forma di pomodoro per stabilire delle pause ogni 25 minuti.

Allo scadere del tempo, si fermava per cinque minuti, e poi riprendeva per altri 25 minuti. Durante la pausa, fai una breve passeggiata, prendi una boccata d’aria o fai qualcosa che ti distragga e ti permetta di ‘staccare’.

In questo modo, ti sentirai riposato e più carico di prima.

Limita le distrazioni

Controllare spesso le notifiche sullo smartphone è deleterio per la produttività.

Scorrendo la home di Instagram hai perso già un quarto d’ora senza nemmeno rendertene conto.

Procrastinare è un attimo, soprattutto quando si sta facendo qualcosa di faticoso che richiede la tua attenzione. Perciò, selezione la modalità ‘non disturbare’ nel telefono, così non avrai la tentazione di usarlo ogni volta che sentirai la vibrazione.

Come dicevamo prima, le pause devono essere strategiche e sistematiche.

Leggi anche: Cambiare Mindset: modalità statica e dinamica

Impara a dire no

Soprattutto quando si lavora insieme ad altri colleghi, può capitare che qualcuno ti chieda aiuto.

Dare una mano è cosa nobile e giusta, ma cerca di trovare un equilibrio. Chiediti se quel favore ti porterà via del tempo prezioso che dovresti impiegare per le tue task. Se è così, impara a dire ‘no’.

Il tuo obiettivo è eseguire i compiti della giornata nel migliore dei modi; se hai tempo in più (e volontà) di dedicarti ad altro, ben venga. Ma il tuo lavoro deve avere priorità assoluta.

Premiati per i tuoi sforzi

Spesso le persone sottovalutano quello che riescono a fare in una giornata. Sì, portare a termine i compiti è il tuo dovere, ma non è scontato.

Ci sono quelle giornate in cui si lavora come macchine, e altre in cui la procrastinazione è dietro l’angolo. Per questo, quando raggiungi l’obiettivo prefissato, meriti un giusto riconoscimento.

Per esempio, concediti una serata rilassante, un’uscita con gli amici, una lunga passeggiata rigenerante con il tuo cane o un bagno caldo al lume di candele profumate e bollicine. Insomma, fai qualcosa che ti faccia sentire bene! A volte, basta davvero poco.

imparare a dare priorità ai propri compiti per aumentare la produttività

Metti alla prova la tua produttività! Trova il lavoro che hai sempre voluto con CVing

Abbiamo creato la platform experience che hai sempre desiderato per trovare l’impiego perfetto.

CVing è una realtà innovativa e altamente interattiva ricca di vantaggi. Da tempo, tante aziende di tutta Italia (e non solo) collaborano con noi per trovare i candidati perfetti.

Grazie alla modalità di colloquio virtuale, riusciamo a creare connessioni tra chi cerca lavoro e chi è pronto a offrirlo, ovunque essi si trovino.

Ma niente panico, se hai poca familiarità con questa procedura, nella tua area personale troverai una sezione apposita per esercitarti e prendere confidenza. Imparerai a rispondere a domande specifiche in un tempo limitato, migliorando le tue prestazioni in vista del colloquio vero e proprio.

Che aspetti? Fai l’upload del tuo CV e trova lavoro con CVing!

Leggi anche: Quando formarsi per lavorare non serve a niente (e come risolvere)

Conclusioni

Questo articolo aveva l’obiettivo di evidenziare i 5 tools più efficaci per aumentare la tua produttività a lavoro:

  1. pianificare in anticipo e stabilire obiettivi realistici;
  2. fare pause intelligenti;
  3. niente distrazioni;
  4. dare la giusta priorità ai compiti;
  5. imparare a premiarti.

A volte bastano pochi semplici trucchetti per fare la differenza!

Share:

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp