Accedi

Lavorare 4 giorni a settimana (in Italia) a parità di salario: missione possibile?

Immagina di non dover più lavorare dal lunedì al sabato (ammesso che abbia sempre la domenica libera) e poter dire la parola ‘weekend’ da giovedì sera.

Ti sembra un’utopia?

Eppure Spagna, Islanda, Belgio e tanti altri Paesi stanno già sperimentando la cosiddetta settimana ‘ridotta’.

Il risultato? Lavoratori molto più produttivi, concentrati e felici.

Avere più tempo libero significa potersi veramente riposare in tutta tranquillità, senza rischiare di dover prendere un congedo di malattia per evitare l’ennesimo esaurimento.

Sapevi che i giapponesi hanno coniato il termine ‘karoshi’ per esprimere il concetto di ‘morte per troppo lavoro’?

In un periodo come questo in cui ci ripetono che il tempo è denaro, che bisogna essere costantemente produttivi e che procrastinare è associato al fallimento, si rischia di mettere al mondo tanti (futuri) lavoratori che, se non hanno le prestazioni di un computer, sono ‘inutili’.

Eppure, alcune nazioni hanno capito che il tempo libero è fondamentale per avere lavoratori più sereni e operosi.

Se vuoi sapere di più, questo articolo fa al caso tuo.

Settimana ridotta per vari Paesi europei, Giappone ed Emirati Arabi: ecco i benefici di lavorare 32 ore a settimana

lavorare quattro giorni a settimana rende i lavoratori meno stressati

Settimana lavorativa da 4 giorni: i Paesi che hanno già detto sì

Se tanti lavoratori italiani considerano la settimana lavorativa di quattro giorni un’utopia, per molti Paesi europei è già una realtà.

La Scozia e la Spagna sono tra le nazioni pioniere: in entrambi i Paesi, gli orari sono stati ridotti del 20%, ma senza alterare lo stipendio.

L’Islanda ha sperimentato con carichi di lavoro di 35-36 ore settimanali, pur mantenendo lo stesso compenso. È emerso che quasi tutta la popolazione islandese ha abbracciato la modalità della settimana ‘ridotta’ e ha riscontrato:

  • un miglioramento della qualità della vita;
  • una notevole riduzione di stress ed esaurimento da lavoro.

Allontanandoci dall’Europa, vediamo che gli Emirati Arabi sono stati la prima nazione al mondo ad adottare questa modalità nel 2022, riducendo i giorni di lavoro a quattro e mezzo.

In Giappone infine, la settimana ridotta ha dato grandissimi risultati: i lavoratori che hanno partecipato all’esperimento erano di gran lunga più felici, più soddisfatti e più produttivi. In più, molti sono stati in grado di raggiungere il tanto agognato equilibrio tra la vita privata e quella lavorativa.

L’ultimo Paese è il Belgio, che ha apportato alcune modifiche al progetto: si lavorerà per quattro giorni, però il numero di ore rimarrà inalterato (quindi 38). Ma la novità più interessante riguarda il diritto di disconnessione: ai dipendenti è concesso non rispondere alle e-mail di lavoro fuori dagli orari del proprio turno, permettendo quindi di ‘disconnettersi’ e dedicarsi alla propria famiglia e ai propri hobby senza doversi preoccupare del fatidico trillo dello smartphone.

Leggi anche: South working: quando trasferirsi al Sud diventa opportunità

I vantaggi di lavorare 32 ore alla settimana

Una settimana lavorativa di 4 giorni è un concetto relativamente nuovo, portato avanti in gran parte grazie ai recenti progressi della tecnologia. Tuttavia, alcune aziende stanno già sperimentando l’idea con risultati promettenti sia per i dipendenti che per i datori di lavoro. Vediamo, di seguito, i principali vantaggi.

#1 Aumento della produttività

I dipendenti sovraccarichi di lavoro sono effettivamente meno produttivi rispetto a quelli che lavorano per una settimana lavorativa media o normale.

A riprova di ciò, vediamo che alcuni dei paesi più produttivi del mondo, come Norvegia, Danimarca, Germania e Paesi Bassi, in media lavorano circa 27 ore a settimana. D’altra parte, il Giappone, una nazione notoriamente conosciuta per gli impiegati che lavorano troppo, si classifica al 20° posto su 35 paesi per produttività.

Lavoratori scontenti tendono ad avere un impatto negativo anche sui colleghi. Lavorare per una settimana più corta rende i dipendenti più felici e soddisfatti, che di conseguenza saranno più concentrati sul posto di lavoro.

#2 Maggiore equità

In molte famiglie è frequente che uno dei partner non lavori per prendersi cura della casa e dei figli e, in molti casi, questo vale per le donne. Una settimana lavorativa di 4 giorni promuoverebbe un ambiente di lavoro più equo, perché i dipendenti sarebbero in grado di trascorrere più tempo con le loro famiglie e destreggiarsi meglio tra gli impegni personali e di lavoro.

#3 Costi ridotti

Una settimana di quattro giorni può ridurre i costi per tutti.

Dato che l’ufficio sarebbe chiuso per un giorno in più alla settimana, i costi di gestione vedrebbero un calo significativo. Senza contare la riduzione di inquinamento nelle strade causato dalle automobili.

I dipendenti pagherebbero meno per fare i pendolari e vedrebbero tagliati anche i costi di spese come il pranzo e i caffè durante la giornata.

#4 Dipendenti più sani e felici

Una settimana di 4 giorni può rendere i dipendenti significativamente più felici e impegnati. È altamente probabile che si riducano le possibilità di avere lavoratori stressati o che si prendano un congedo per malattia.

Avere un fine settimana più lungo permetterà loro di trascorrere più tempo con gli amici e la famiglia e di fare le cose che amano.

Questo porterà naturalmente a:

  • uno stato di benessere fisico e mentale;
  • una migliore qualità della vita;
  • una migliore gestione del tempo che permetterà loro di ricaricarsi dopo una settimana intensa;
  • iniziare una nuova settimana pronti per affrontare nuove sfide.

#5 Reclutamento e fidelizzazione dei dipendenti

Negli ultimi anni, essere in grado di offrire una posizione con orari e carico di lavoro più flessibili è sicuramente un vantaggio che convince i dipendenti a rimanere in un’azienda.

Sapere che avranno un weekend di tre giorni è uno dei motivi che mantiene i dipendenti motivati settimana dopo settimana.

ragazza rilassata va a lavoro per una settimana ridotta

Cerchi lavoro? Con CVing troverai l’offerta che fa al caso tuo con un paio di click

CVing è una platform experience innovativa che ti permette di trovare il lavoro che stavi cercando.

Con la modalità di video intervista, ti offriamo la possibilità di connetterti con i datori di lavoro e di rispondere alle domande del colloquio in tutta serenità, ovunque ti trovi.

Nella tua area personale, troverai una sezione dedicata per esercitarti. Non solo, grazie al test della personalità, potremo filtrare le varie offerte e proporti quelle più adatte al tuo profilo lavorativo.

Noi cerchiamo le offerte, il resto tocca a te! Carica il tuo curriculum e inizia la ricerca con CVing!

Leggi anche: Data scientist cosa fa, stipendio e opportunità per il futuro

Conclusioni

Già diversi Paesi europei (e non) hanno adottato la modalità della settimana lavorativa ‘accorciata’, e hanno riscontrato che i lavoratori sono più felici e più produttivi.

I vantaggi sono inconfutabili: miglioramento della qualità della vita, benessere fisico e mentale, più tempo per dedicarsi a sé stessi e alla propria famiglia, maggiori produttività e rendimento e fidelizzazione dei dipendenti.

Ma l’Italia deve ancora affacciarsi a questo mondo. Le aziende del Bel Paese saranno in grado di ridurre i giorni lavorativi ma mantenendo lo stesso salario?

 

Share:

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp