Accedi

Cosa fare nella vita? La ragione per cui fatichi tanto a capirlo

Se sei arrivato/a al punto di cercare sul web le parole “cosa fare nella vita”, ti fermo immediatamente per dirti due cose: no, non stai buttando la tua esistenza e no, non sei l’unico/a.

Ci siamo passati tutti.

Essere smarriti e sentirsi confusi fa parte della nostra esistenza, è ciò che ci rende umani.

Magari hai seguito un percorso prestabilito, hai frequentato l’università, o hai fatto le superiori, quindi non c’era tanto spazio per interrogarsi sul “e adesso?”. Ma, diciamocela tutta, quel momento prima o poi arriva.

Che tu sia una persona super determinata o che abbia avuto sempre le idee poco chiare, inevitabilmente il tuo cervello si pone questo quesito. E il fatto di non avere sempre la risposta pronta può far paura.

Siamo talmente abituati ad avere una soluzione a portata di mano che non saper rispondere a una semplice domanda ci devasta.

Ma niente panico. Un modo per porvi rimedio c’è. Lo sanno in tanti, che hanno capito come trovare uno scopo, come mettersi in gioco e come combinare tutto questo in un lavoro.

Credi che sia troppo bello per essere vero e che non vale per te?

Allora, prova a dare un’occhiata a questo articolo, potresti ricrederti.

“Non so che fare della mia vita”. Ecco come superare questa fase critica e dare una svolta alla propria esistenza

persona in un labirinto, metafora per chi deve capire cosa fare nella propria vita

Step uno: fatti le domande giuste

Inizia a pensare alle relazioni, alle persone, ai lavori e alle esperienze che ti hanno portato dove sei oggi. Ogni giorno è un tassello in più che ti ha reso la persona che sei. Che siano state esperienze positive o negative, ciò che devi provare è gratitudine perché ti hanno fatto arrivare dove ti trovi adesso, nel qui e ora.

Provare smarrimento è normale. Non addossarti colpe che non hai. Capita a tutti di attraversare quella fase in cui non si sa cosa fare della propria vita. Ripetiti: è normale. Non stai sbagliando niente, non è vero che sei inutile e non è vero che sei l’unica persona a provare tutto questo.

Ricorda che le vite degli altri sembrano tutte meravigliose viste al di fuori. Ma ognuno di noi combatte delle lotte interiori ogni giorno, che tu ne sia più o meno consapevole, non importa, è così e basta.

Tutto questo per dirti che non sei solo/a.

Quindi, per risolvere questo problema esistenziale, inizia a porti delle domande. Se può aiutarti, prendi carta e penna e inizia a scrivere.

Chiediti:

  • Cosa ti interessa e perché ti interessa (il tuo scopo, la tua storia).
  • In cosa sei bravo/a e cosa dovresti esplorare ulteriormente (le tue abilità e competenze).
  • Cosa ti piace fare (i tuoi interessi).

Considera i corsi che hai frequentato. In quali hai eccelso? Quali sono stati una fatica? C’è qualcosa che ti è piaciuto particolarmente?

Quali eventi importanti della tua vita hanno plasmato la persona che sei oggi?

Domandati: Cosa voglio continuare a fare e cosa fare diversamente? Cosa vorrei imparare? Dove vorrei specializzarmi?

Quando avrai raccolto tutte queste informazioni, è probabile che tu possa trovare dei punti in comune o delle aree di interesse peculiari. Magari c’era qualcosa che amavi fare da bambino/a e che potresti trasformare nel tuo lavoro (perché no?).

Leggi anche: Come trovare lavoro senza esperienza

Step due: agisci

Una volta che ti sei posto/a le domande giuste, è arrivato il momento di fare qualcosa. Questa è indubbiamente la parte più difficile. Se ti sei ritrovato/a in questa situazione a lungo, è probabile che ti spaventi l’idea di fare qualcosa di concreto.

Non ti preoccupare: il cambiamento fa paura un po’ a tutti.

Quindi, adesso vediamo da dove partire.

Prendi ispirazione dagli altri

Entra nella tua libreria locale e vai alla sezione delle autobiografie. Compra due o tre libri che catturano la tua attenzione e inizia a leggerli. Lasciati ispirare dalle vite degli altri. Cerca di capire cosa abbia condotto queste persone al successo.

Questo potrebbe aiutarti a vedere le cose da un’altra prospettiva.

Leggendo capirai ancora di più come il successo non arrivi immediatamente, ma che ci vogliono determinazione e ambizione. Queste persone si sono poste degli obiettivi, e hanno fatto di tutto per raggiungerli. Tieni a mente, però, che anche loro non sono nati sapendo cosa volessero fare. Per cui, datti tempo.

Lascia la tua zona di comfort

Buttati in nuove avventure e allarga i tuoi orizzonti. Fai qualcosa che hai sempre voluto provare, qualcosa di diverso da quello che fai normalmente.

Finché non fai un tentativo, non puoi sapere se ti stai precludendo la possibilità di fare qualcosa che in realtà ti piace tanto. Datti la possibilità di esplorare le tue potenzialità e testare i tuoi limiti. Lasciati sorprendere.

Parliamoci seriamente, è facile entrare in una routine e sentire di non avere altre opzioni oltre a quello che si sta facendo in questo momento. Tuttavia, facendo un passo fuori dalla tua zona di comfort, potresti scoprire di apprezzare cose che non pensavi ti potessero davvero piacere.

Il fallimento fa parte del processo

“L’unico vero errore è quello da cui non impariamo nulla” (H. Ford).

Sbagliare ci fa crescere. Se non ci mettessimo mai in gioco, saremmo perfetti. Ma che vita sarebbe?

Chi ti critica perché hai fatto una cosa ‘male’, probabilmente parla senza essersi mai messo alla prova. Quindi, non avere paura di fallire. Anche i grandi imprenditori di successo hanno fallito milioni di volte prima di farcela. Anzi, per molte persone, se non c’è fallimento non può esserci successo!

Loro vedono lo sbaglio come il punto di partenza per trovare una soluzione, e non come quello d’arrivo per chiudere i battenti e rinunciare al proprio obiettivo.

Niente, più della paura del fallimento, rallenterà la tua ricerca nel capire cosa fare della tua vita.

il fallimento è fondamentale per avere successo e capire cosa fare della propria vita

Step tre: inizia a cercare il lavoro che hai sempre sognato con CVing

Sei uscito/a dalla tua comfort zone: benissimo! Hai superato un enorme ostacolo, dovresti essere orgoglioso/a di te.

Adesso, quello che devi fare, è un altro step: cercare un lavoro che ti piaccia.

Hai finalmente capito in cosa vorresti cimentarti, ti sei messo/a alla prova, ma ora è il momento di attuare il cambiamento.

Può sembrare spaventoso, ma non è nulla di impossibile. Non ci credi? Forse non conoscevi CVing.

Si tratta di una piattaforma innovativa che aiuta tantissime persone a trovare l’impiego giusto. Grazie al test della personalità, scoprirai quali offerte sono più affini alla tua persona, e sarà più facile trovare il lavoro per te.

In più, CVing ti offre la possibilità di eseguire i colloqui da remoto e di esercitarti per prendere confidenza con questa modalità innovativa.

Se vuoi saperne di più, iscriviti alla piattaforma e inizia la tua ricerca!

Leggi anche: Come organizzare il tempo riuscendo (finalmente) a fare tutto al meglio

Conclusioni

In questo articolo abbiamo cercato di dar voce a un argomento molto delicato per il quale bisognerebbe scrivere libri interi (in realtà, già ci sono!).

Infatti, l’obiettivo è stato mettere in luce gli step fondamentali per superare questa fase critica – che, lo ribadiamo, tutti abbiamo attraversato almeno una volta nella vita.

Una volta che ti sei fatto/a le domande giuste, prova a uscire dalla tua zona di comfort facendo delle cose che ami ma che non hai mai portato a compimento per paura di non farcela. Ricorda: sbagliare fa parte del processo.

Infine, abbiamo visto in cosa consiste brevemente CVing, realtà innovativa per la ricerca del lavoro che mette in contatto datori di lavoro e candidati nelle modalità più peculiari e all’avanguardia.

Share:

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp